Ricette utili a chi vuole mangiare bene e stare meglio.
Dubbi, domande e forse qualche risposta sulle diete ideali o sugli ideali delle diete.
Riflessioni su quello che vedo sul lavoro o che mi capita in famiglia e che riguarda il cibo e la cucina.
Notizie che raccolgo ai corsi che frequento, su internet o nei libri che leggo e che vorrei condividere con gli amici.



Le ricette di zia Betta

 
Spulciando il libro "I consigli di zia Betta" , l'esperta di "economia domestica" (così si chiamava una volta) di Famiglia Cristiana negli anni 50-60, ho trovato qualche ricetta interessate. Ovviamente è un caso di omonima perché, pur essendo zia Betta, negli anni cinquanta non dispensavo ancora consigli,  anche perché non ero ancora nata!
Sicuramente le nozioni di dietetica sono molto cambiate da allora e certi ricette sono improponibili ora, per cui vanno riadattate. Io ho scelto queste due perché mi sembra che, finché non arriverà la primavera, le minestre siamo l'alimento ideale: calde, leggere, sazianti ed economiche.

Minestra di piselli secchi spezzati
Ingredienti per 4 persone: 200 g di piselli secchi, 1 carota, 1 cipolla,1 gambo di sedano 1 cucchiaino di concentrato di pomodoro, 3 cucchiai d'olio d'oliva,prezzemolo, sale, pepe.
Scaldate l'olio in una casseruola con carota, cipolla, sedano e aglio sminuzzati: lasciate appassire il tutto a fuoco moderato.
Unite i piselli e coprite con l'acqua (io ne ho aggiunto circa 1 litro). 
Aggiungete un cucchiaino di sale e il concentrato di pomodoro e lasciate cuocere con un coperchio leggermente scostato per 1 ora circa (oppure per 30 minuti in pentola a pressione). Se necessario, aggiungete acqua durante la cottura.
Potete aggiungere pasta o riso e, alla fine, prezzemolo tritato.
Minestra di cipolle
Ingredienti per 4 persone: 2 cipolle, 40 g di burro, 2 cucchiai farina, sale e pepe, pane secco, 40 g parmigiano reggiano o emmenthal grattugiato
Preparazione:
Tagliare a fettine sottili due cipolle e farle stufare nel burro, aggiungere la farina e lasciarla leggermente arrostire. Aggiungere a poco a poco l'acqua, mescolando perché non si formino grumi, salare e lasciar cuocere per altri 15 minuti.
Versare la zuppa direttamente nel piatto in cui avrete messo il pane secco spolverato di formaggio e aspettate il tempo di ammorbidire il pane prima di servire.

1 commento:

Patapata ha detto...

grazie per tutte queste utilissime informazioni! c'è un pensiero per te nel mio blog, quando ti va ;)